Category Archives: calcio

Separato con la zavorra

Quando sono comparsi i primi addetti ai lavori per la nomina di Thomas Zorn a direttore generale dello Spartak Mosca, molti fan e specialisti hanno visto un “gatto in una borsa” nel funzionario. Alcuni lo trattarono anche con cautela. Dicono che sono giovani, inesperti e non hanno ancora lavorato nella posizione rilevante. Su probabile parentela con il capo della Premier League russa Sergei Pryadkin sono stati tutti sbandierati, vedendo nel lavoro di Zorn nel club di Mosca un conflitto di interessi.

Con il passare del tempo, alla fine Thomas Zorn fu davvero nominato direttore generale, concentrando essenzialmente nelle sue mani la leadership operativa dello Spartak, la sua strategia e la sua politica di trasferimento. Le prime settimane del lavoro di Zorn permettono generalmente di trarre alcune conclusioni sul futuro della squadra nazionale.

Separato con la zavorra

Con l’arrivo di Zorn, “Spartak” ha salutato due giocatori odiosi, i glushakov e Kombarov. E se la cura di quest’ultimo era necessaria per motivi sportivi, la separazione con Glushakov era il desiderio di risolvere diversi problemi contemporaneamente. Da un lato, la scarsa prestazione atletica di Denis, dall’altro, scandali e rapporti costanti con i fan. E dal punto di vista finanziario, il club ha perso non tanto quanto poteva. Questo è il merito di Zorn.

Oltre ai giocatori nominati, Bokketti se ne andrà definitivamente, cosa che è stata suggerita anche molto tempo fa. Dobbiamo ammettere che il processo di pulizia della formazione è iniziato in inverno, ma le decisioni più dolorose sulla partenza di un certo numero di calciatori, “Spartak”, devono essere prese proprio a Zorn. Sono contento che non abbia paura di tali decisioni.

Vende liquidità

Quelli per i quali non c’è richiesta, “Spartak” rilascia gratuitamente, pagando una parte dei salari rimanenti. Questa abitudine è rosso-bianco sin dall’inverno, e Zorn continua questa politica. Questo tipo di pratica non è buona, ma è molto meglio che tenere i giocatori inutili in banca, pagandoli a milioni. Più interessante è un altro. “Spartacus” non è contro la separazione con un numero di leader, purché abbiano almeno una certa richiesta.